9dt3vn, Author at Comuni Termali Ancot - Pagina 3 di 8

9dt3vn

Author's Posts:
ANCOT PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA 22.03.2017

ANCOT PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA
22 marzo 2017

Il 22 marzo di ogni anno si festeggia l’acqua, l’elemento sinonimo di vita.
La Giornata Mondiale dell’Acqua (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all’interno delle direttive dell’agenda 21, risultato della conferenza di Rio.
Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all’interno dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell’acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi.
Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l’attenzione del pubblico sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.
ANCOT e i Comuni Termali non possono che essere sensibili a questo tema ed aderire appieno alla Giornata Mondiale dell’Acqua, visto che le acque termali nello specifico sono una vitale ed inestimabile risorsa per i propri territori da tutelare e valorizzare.
ANCOT intende, pertanto, patrocinare e sostenere la Giornata Mondiale dell’Acqua anche attraverso la promozione da parte delle singole Città Termali di iniziative, eventi, manifestazioni che coinvolgano scuole, cittadini, istituzioni.
ANCOT metterà, dunque, metterà a disposizione il proprio sito istituzionale per la diffusione di manifestazioni volte a sensibilizzare il valore il valore dell’acqua, generatrice di vita e risorsa più preziosa che abbiamo, un bene da tutelare e gestire responsabilmente, con particolare attenzione alle nostre acque termali.

Rif.to Segreteria A.N.C.O.T.: tel. 0578 64233 – fax 0578 64694 – e-mail: segreteria@comunitermali-ancot.it – www.comunitermali-ancot.it.

Files allegati:
ANCOT Giornata mondiale dell’Acqua 22.03.2017.pdf

2 Marzo 2017
ANCOT, FEDERTERME E FORST CON IL SOTTOSEGRETARIO FARAONE IN PARLAMENTO PER RILANCIARE IL TERMALISMO

FEDERTERME, ANCOT E FORST INSIEME CON IL SOTTOSEGRETARIO FARAONE IN PARLAMENTO PER IL RILANCIO DEL TERMALISMO

Il Presidente di Federterme/Confindustria, Costanzo Jannotti Pecci, il Presidente di ANCOT (Associazione Nazionale Comuni Termali) Franca Roso e Giuseppe Bellandi, Componente del Consiglio Direttivo, il Presidente di FORST (Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale) Aldo Ferruzzi e il Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Termale dell’Università “La Sapienza”, prof. Antonio Fraioli, hanno svolto ieri, 23 febbraio, una prima sessione di lavoro con il Sottosegretario al Ministero della Salute, Davide Faraone, presso la Sala Governo della Camera dei Deputati insieme agli On.li Fanucci e Camani, che coordinano l’Intergruppo Parlamentare “Amici del Termalismo” (oltre 100 tra Deputati e Senatori di tutti gli schieramenti).

L’incontro è stato finalizzato ad individuare un percorso per l’attuazione dei punti maggiormente qualificanti contenuti nel Protocollo sottoscritto tra Federterme e Ministero della Salute il 23 novembre 2016 e fornire, allo stesso tempo, un nuovo impulso alle iniziative parlamentari avviate dagli On.li Fanucci e Camani insieme a numerosi altri deputati e senatori appartenenti all’Intergruppo, in materia di revisione della legge quadro di settore (legge 323/2000).

In particolare, l’On. Fanucci ha rappresentato la necessità di velocizzare l’iter parlamentare del ddl di riforma 323/00, chiedendo in questo anche l’appoggio del Governo, mentre l’On. Camani ha sottolineato l’importanza di un approccio alle questioni del settore che tenga conto in pari misura dei profili sanitari del termalismo e delle esigenze di definire un quadro certo di politiche industriali attivabili nel breve per il settore.

In tale direzione, come sottolineato dai due parlamentari, la questione delle aziende termali ancora in mano pubblica è tra quelle che devono trovare con urgenza una soluzione normativa che sia immediatamente applicabile, ed in linea con quanto contenuto nel ddl di riforma della legge 323/00, nell’ambito del primo provvedimento normativo utile, di cui sia certa l’approvazione da parte della Camera.

Anche le criticità che la Direttiva Bolkestein sta causando dovranno trovare una rapida risposta con un apposito atto di natura governativa e, se necessario, parlamentare.

Il Presidente di Federterme – Costanzo Jannotti Pecci – nel segnalare l’opportunità che il Parlamento possa addivenire all’approvazione del ddl di riforma almeno in uno dei due rami prima della scadenza della legislatura, ha evidenziato i temi maggiormente qualificanti sia del Protocollo, che della proposta di modifica legislativa, mentre la Presidente di ANCOT – Franca Roso – ha fatto presente il rinnovato impegno con il quale l’Associazione Nazionale dei Comuni Termali intende affrontare i temi di settore, con particolare attenzione alle ricadute sui territori.

La Presidente Roso ha evidenziato, altresì, come sia necessario procedere alla sottoscrizione di un accordo fra Stato e Regioni affinché sia posta attenzione alle terme, ai suoi territori ed al turismo termale.

Il Consigliere di ANCOT – Giuseppe Bellandi – ha confermato, inoltre, la necessità di operare in stretto raccordo con Federterme e FORST, con una interlocuzione nei confronti di Governo e Parlamento in forma sempre più coordinata e condivisa.

Il Presidente di FORST, Aldo Ferruzzi, ha ricordato i risultati raggiunti in tema di ricerca scientifica in quasi quindici anni di attività, che hanno consentito al termalismo di mantenere a pieno titolo il diritto di cittadinanza all’interno del Sistema Sanitario Nazionale. Il grande sforzo che stanno facendo le aziende termali, con il Ministero della Salute e le Regioni nella governance del board di FORST, è ancora una volta premiato dal successo del VI bando appena concluso, che ha raggiunto la cifra record di 27 progetti presentati dai ricercatori degli atenei italiani e stranieri.

Da ultimo, il professor Antonio Fraioli ha rivendicato il ruolo formativo dell’Università per consentire la rinascita di una nuova consapevolezza nella classe medica rispetto alla validità e all’efficacia delle cure termali.

In conclusione dell’incontro il Sottosegretario Davide Faraone ha assicurato la sua più ampia disponibilità a sostenere le iniziative prospettate sia sul versante parlamentare, che su quello di più stretta competenza del Ministero della Salute e del Governo più in generale, nel rispetto delle competenze dei vai Dicasteri.

Roma, 24 febbraio 2017

segreteria@federterme.it
tel. 06.8419416

segreteria@comunitermali-ancot.it
tel. 0578.64233

Files allegati:
Federterme e Ancot comunicato 24.02.2017.pdf

24 Febbraio 2017
ANCOT alla presentazione della proposta di legge “Modfiche 323-2000 ROMA Camera dei Deputati

ANCOT alla presentazione della proposta di legge

“Modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d’Italia”.

Roma 1 febbraio 2017 – La Presidente di ANCOT Franca Roso, Vice Sindaco del Comune di Acqui Terme, insieme ai rappresentanti di molti Comuni termali, ha preso parte presso la Camera dei Deputati alla presentazione, a cura dell’Intergruppo parlamentare “Amici del termalismo”, della proposta di legge Modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d’Italia.
Nel corso dell’incontro con alcuni dei firmatari, tra cui gli On. Fanucci e Camani ed il Sen. Pagliari, ed alla presenza del Presidente di FederTerme Dott. Jannotti Pecci, la Dott. Roso ha espresso soddisfazione per questo importante risultato, che dimostra come sia fondamentale la collaborazione degli Enti territoriali – che trovano in ANCOT l’associazione che li rappresenta – con Federterme e le Istituzioni, per rilanciare e salvaguardare tutto il settore termale ed ha rinnovato la disponibilità di ANCOT a lavorare in sinergia con tutti coloro che, a vario titolo, si occupano del settore termale.
Una delle novità più significative introdotta dal progetto di legge è l’istituzione di un fondo di venti milioni annui per il triennio 2017 – 2019 per la riqualificazione termale. Tra le misure proposte, poi, è da segnalare la previsione che le Regioni riservino apposite risorse per la stipula di accordi tra strutture sanitarie pubbliche e aziende termali, con la costituzione- a tal fine- di un fondo per la sperimentazione di nuovi modelli di assistenza, con una dotazione annua di tre milioni di euro fino al 2019. La proposta di legge poi, punta a stabilizzare la previsione della corresponsione, da parte di INPS e INAIL, delle prestazioni economiche per gli assistiti aventi diritto alle cure anche dopo il 1° gennaio 2019, data espressamente indicata dalla legge di stabilità 2016: per farlo è stato stimato un onere pari a 9 milioni di euro. All’interno del quadro normativo rientra anche il sostegno a politiche virtuose per il recupero del patrimonio immobiliare pubblico e l’istituzione del credito di imposta per la riqualificazione di aziende termali e la promozione del turismo legato al settore, oltre all’istituzione di una giornata nazionale delle cure termali.
Ecco in sintesi le misure proposte:
Istituzione Fondo per la riqualificazione termale – Tutela dei termini “termali”- Istituzione “Fondo per la sperimentazione di nuovi modelli di assistenza” – Prestazioni economiche accessorie – Direttiva Bolkestein – Dismissione patrimonio immobiliare termale pubblico – Istituzione credito d’imposta – Istituzione “Giornata nazionale delle cure termali”
Risorse finanziare: le misure proposte comportano una spesa per il triennio 2017-2019 di 48 milioni di euro annui.

3 Febbraio 2017
ANCOT al Ministero della Salute – Documento di Programmazione e Sviluppo 2016-2018

La Presidente di ANCOT Franca Roso ha preso parte il 23 novembre 2016 alla presentazione del “Documento di Programmazione e Sviluppo 2016-2018”, presentato e voluto dal Sottosegretario di Stato con delega al Termalismo On. Vito De Filippo presso l’auditorium del Ministero della Salute.

Il Tavolo Tecnico Termalismo, istituito nell’aprile 2016, ha effettuato una ricognizione dello stato dell’arte del termalismo nazionale, avvalendosi degli apporti di esperti dei Ministeri della Salute, dello Sviluppo Economico, dei Beni Culturali e del Turismo, delle Regioni, di INPS e INAIL, di Federterme, di ANCOT nonché di numerosi docenti universitari ed esperti.
“Partendo dalla definizione di salute dell’OMS intesa non solo come assenza di malattia ma come uno stato di benessere psicofisico generale, – ha dichiarato il Sottosegretario De Filippo – con la nuova immagine di termalismo si tratta di passare da una “concezione statica” dello stabilimento termale ad una “concezione dinamica” di percorso termale, nel senso più ampio di wellness e di educazione verso stili di vita salutari. In tale quadro, continua il Sottosegretario – va considerato che il settore termale è l’unico che può giovarsi del valore aggiunto dato dall’utilizzo di risorse, strumenti ed esperienze, che rende le prestazioni termali praticabili solo nei centri termali dotati di acque termali appropriate ai trattamenti erogati; viene in tal modo chiarita la distinzione esistente tra la concezione termale tradizionale e quella del benessere”
Questo documento,ha concluso il Sottosegretario, con il contributo di tutti, degli esperti del settore, dei vari enti coinvolti e del Parlamento che dovrà supportarci nel necessario iter di aggiornamento della normativa, sarà il punto di partenza delle attività che verranno svolte nei prossimi mesi, ispirate da una nuova visione del termalismo italiano volto a essere volano produttivo e non solo salutistico per i nostri territori.

11 Gennaio 2017
ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DI ANCOT FRANCA ROSO

ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE DI ANCOT FRANCA ROSO
NELL’ASSEMBLEA DELl’ 11.10.2016

I Comuni Termali, nel riaffermare l’importanza del termalismo italiano, lo scorso 11 ottobre hanno eletto Franca Roso nuovo Presidente ANCOT.

Roma (11 ottobre 2016) – Nella Sala Pio La Torre presso la sede di ANCI, si è svolta l’Assemblea Ordinaria dell’ANCOT – Associazione Nazionale Comuni Termali, alla presenza dei Sindaci delle stazioni termali più importanti a livello nazionale. All’Assemblea hanno, dunque, partecipato Bagno di Romagna (Vice Sindaco Alessia Rossi), Fiuggi (Sindaco Fabrizio Martini), Montecatini Terme (Sindaco Giuseppe Bellandi), Acqui Terme con il Vice Sindaco Franca Roso, Alì Terme (Presidente del Consiglio Comunale Lorenzo Grasso), Montevago (Sindaco Margherita La Rocca), Latronico (Sindaco Fausto De Maria), Montegrotto Terme (Sindaco Ricordo Mortandello), Presenti anche Termini Imerse e Salsomaggiore Terme.

Riconoscimento della valenza delle realtà termali in ambito sanitario, del turismo del benessere, dell’ambiente quali fondamenti dell’Associazione inseriti nelle linee programmatiche discusse e condivise di Soci nel corso dell’Assemblea e proposte dalla neo eletta Presidente Dr.ssa Franca Roso, già vice Presidente di ANCOT, vice Sindaco di Acqui Terme, e Segretario Statutario di Ehtta.

Nel corso dell’Assemblea è stata ribadita “l’importanza della creazione di sistema termale italiano rappresentativo di tutte le realtà, da cui la proposta di un ingresso di ANCOT nella Fondazione FROST per la ricerca scientifica termale, oltre alla prosecuzione del percorso intrapreso nei tavoli tecnici istituiti dal Ministero della Sanità”.

Sinergia, condivisione e valorizzazione delle competenze negli ambiti di riferimento di ogni Socio pieno coinvolgimento e rappresentatività dei territori gli altri cardini dell’Associazione ribaditi in Assemblea per conseguire concreti risultati di sviluppo.

Files allegati:
Comunicato ANCOT Eletto nuovo Presidente 11.10.2016.pdf

7 Novembre 2016
AVVISO ESPLORATIVO CESSIONE DI QUOTE DI “GESTIONI COMPLEMENTARI TERMALI SRL” MONTECATINI TERME

AVVISO ESPLORATIVO PER L’INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI INTERESSATI ALLA STIPULA DI CONTRATTO DI CESSIONE DI QUOTE DI “GESTIONI COMPLEMENTARI TERMALI SRL” CON SOCIO UNICO, IN MONTECATINI TERME (PT)

PREMESSA
Con il presente avviso la società Terme di Montecatini Spa intende effettuare un’indagine esplorativa finalizzata all’individuazione di soggetti interessati all’acquistototale o parziale delle quote societarie della società Gestioni Complementari Termali Srl con sede in Montecatini Terme (PT), Viale Verdi 41.
Il presente avviso ha scopo esclusivamente esplorativo, non comporta diritti di prelazione o preferenza, né impegni o vincoli di qualsiasi natura sia per gli operatori interessati, che per la società procedente.

INFORMAZIONI SULLA SOCIETA’
La società Gestioni Complementari Termali Srl, è una società di capitali di diritto italiano costituita in data 27 dicembre 2005 , partita iva ed iscrizione al Registro delle Imprese presso la CCIAA di Pistoia n. 01581440474, n.REA 162668.
Il capitale sociale di Gestioni Complementari Termali srl avente un valore nominale pari ad € 8.869.000 interamente sottoscritto e versato è di proprietà al 100% della società Terme di Montecatini spa.
I principali dati inerenti la società i cui valori contabili sono espressi nell’ultimo bilancio approvato e riferiti alla gestione 2015, sono i seguenti :

  • Beni materiali per euro 9.984.124
  • Beni immateriali per euro 160.405
  • Altre attività per complessivi euro 38.279
  • Patrimonio Netto per euro 8.775.187
  • Altre passività per complessivi euro 1.407.621

I principali beni materiali di proprietà della società, totalmente liberi da iscrizioni e trascrizioni
pregiudizievoli, sono i seguenti:

  1. Immobile denominato TENNIS TORRETTA, foglio di mappa 20, mappale 46
    sub 1,2. Superficie esterni 40.000 mq, superficie fabbricato 310 mq
  2. Immobile denominato STABILIMENTO TERMALE TORRETTA, FOGLIO DI
    MAPPA 20, mappale 1 (sub1,2,3,4,5,6,7,8),34 (sub. 1e2),35,36,37,47,88,89
    Superficie esterni 27.690 mq, superficie Fabbricato 880 mq
  3. Immobile denominato “CAMPO PRATICA GOLF”, mappa 20,mappale 110
    Superficie esterni 16.600 mq

PROCEDURA
Terme di Montecatini Spa si riserva, senza che ciò costituisca obbligo per la società, di inviare a coloro i quali avranno manifestato l’interesse in conformità al presente avviso, l’invito alla successiva fase negoziale, che avrà comunque evidenza pubblica.
Al fine di ampliare la concorrenzialità è facoltà della società invitare anche gli operatori economici che non avranno inviato manifestazione d’interesse.
Nel caso in cui pervenga una sola manifestazione d’interesse, la società si riserva la facoltà di avviare una eventuale procedura negoziata diretta.
Si precisa che i partecipanti alla successiva procedura negoziale dovranno anche predisporre un progetto di sviluppo, sulla base del rispetto dei seguenti principi che di seguito si riportano a titolo esemplificativo e non esaustivo:

  1. Garantire il rispetto dei vincoli tutti imposti dalle amministrazioni pubbliche
  2. Garantire il buon funzionamento degli impianti, con intervento di manutenzioni programmate che dovranno essere specificate insieme al progetto di riqualificazione
  3. Garantire il livello qualitativo della struttura attraverso un’organizzazione adeguata
  4. Presentare gli obiettivi strategici di medio – lungo periodo per lo sviluppo delle strutture e del territorio.

A tal fine Terme di Montecatini Spadopo la trasmissione della lettera di invito , previa sottoscrizione di idoneo patto di riservatezza,renderà disponibili agli interessati i dati tecnici ed aziendali necessari per una valutazione attenta dell’investimento e dunque per consentire la predisposizione di idoneo progetto di sviluppo, e ciò anche al fine il garantire il corretto svolgimento della selezione e la sua proficua attuazione.
Sarà inoltre consentito apposito sopralluogo tecnico propedeutico alla predisposizione della manifestazione di interesse ed eventuale futura offerta.
In ogni caso qualora la Società Terme di Montecatini spa formuli invito alla successiva fase negoziale si riserva di specificare le condizioni attraverso cui potrà realizzarsi la cessione di quote con precisazione dell’entità della partecipazione che si intende cedere ed il valore stimato.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Il presente avviso è rivolto agli operatori economici in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti di carattere giuridico

  • Persone fisiche o società costituite da almeno 3 anni con personalità giuridica ai sensi della legislazione dello Stato di appartenenza;
  • assenza di procedure fallimentari , di liquidazione, di amministrazione controllata, cessazione attività o concordato preventivo o qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione dello Stato in cui i soggetti hanno sede legale;
  • assenza di accordi di ristrutturazione del debito, ai sensi della legge fallimentare o altro strumento giuridico analogo regolato dalla legge applicabile in ragione della sede dell’impresa, insussistenza di una qualsiasi causa di esclusione prevista dal D.Lgs. 50/2016 insussistenza di controversie e/o contenziosi con la società Terme di Montecatini Spa
    e/o con la Pubblica Amministrazione adempimento degli obblighi riguardanti il pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori conformemente alle norme dell’ordinamento
    italiano o dello stato in cui sono stabilite;
  • adempimento degli obblighi tributari conformemente alle norme dell’ordinamento italiano o di quelle dello stato in cui sono stabilite;

Requisiti di idoneità professionale

  • iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura per l’attività di turismo, o ricettività o benessere

Requisiti di capacità economico-finanziaria:

  • Disporre di idonee referenze bancarie prestate da almeno due istituti di credito
    di primaria importanza

Requisiti di capacità tecnico-organizzativa:

  • I titolari delle aziende partecipanti, ovvero i loro amministratori e/o direttori generali, dovranno essere operatori del settore termale, o benessere e/o turistico-alberghiero, con pluriennale (almeno 5 anni) esperienza documentabile.
  • Nel caso di manifestazione di interesse da parte di fondi di investimento ed altri soggetti giuridici inquadrabili quali possibili mediatori, l’operatività all’interno di uno dei settori delineati al punto precedente dovrà essere dimostrata con idonea documentazione.

Ai fini della manifestazione d’interesse sarà sufficiente tuttavia una dichiarazione rilasciata nelle forme di cui al DPR 445/2000 del Legale Rappresentante del soggetto partecipante, che dovrà anche contenere l’impegno a comunicare a semplice richiesta della presente società ogni informazione necessaria al fine di individuare i dati anagrafici completi della persona fisica per conto della quale si propone l’operazione,  ovvero i dati identificativi completi (comprensivi dell’indicazione degli eventuali soci titolari di una partecipazione rilevante e dei membri dell’organo amministrativo)
dell’ente per conto del quale si propone l’operazione.

TERMINE E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE
La manifestazione di interesse, redatta sul modulo predisposto ed allegato al presente avviso o in conformità con lo stesso (allegato A) dovrà essere in lingua italiana, debitamente compilata e sottoscritta dal legale Rappresentate, e dovrà pervenire, insieme a fotocopia del documento di identità del dichiarante, entro e non oltre le ore 13.00 del 30 Settembre 2016 alla Segreteria di Direzione di Terme di Montecatini Spa, Viale Verdi 41, I° piano, Montecatini Terme (PT).

In caso di consegna a mano si informa che l’ufficio osserva il seguente orario:
da lunedì al venerdì 8.30-13.00; 15.00-18.00

ALTRE INFORMAZIONI
Il presente invito a manifestare interesse non costituisce invito ad offrire, né offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 cod. civ. Terme di Montecatini spa si riserva la facoltà di sospendere e/o annullare la procedura di cessione delle quote societarie, nonché di recedere in qualsiasi momento dalle trattative eventualmente poste in essere con uno o più soggetti interessati.
Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) si informa che i dati forniti dai partecipanti e trattati da Terme di Montecatini Spa saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento della procedura e nel rispetto della riservatezza delle imprese partecipanti.
La referente per la documentazione, consultabile in questa prima fase,la fissazione delle date dei sopralluoghi è la Segretaria di Direzione, Signora Marisa Baccaro, con telefono 0572 778401.

Per ulteriori informazioni tutti gli interessati possono rivolgersi, esclusivamente tramite posta elettronica, al seguente indirizzo e-mail: direzione@termemontecatini.it

Qualsiasi controversia avente titolo e/o comunque connessa al presente invito, alla manifestazione di interesse, all’offerta irrevocabile per l’acquisto delle quote societarie nonché a qualsiasi altro atto relativo e/o comunque connesso a tali atti è devoluta alla competenza esclusiva del Foro di Pistoia.
La manifestazione di interesse per l’acquisto delle quote societarie costituisce accettazione espressa da parte del manifestante di tutte le disposizioni contenute nel presente invito, nessuna esclusa, nonché espressa rinuncia da parte del manifestante a qualsiasi pretesa diversa da e/o contraria e7o comunque configgente con quanto previsto dal presente invito a manifestare interesse.

Montecatini Terme, lì 26 Luglio 2016

Files allegati:
allegato A manifestazione interesse.pdf

16 Agosto 2016
Assistenza sanitaria transfrontalieri. – Governo approva regolamento per i pagamenti

ASSISTENZA SANITARIA DEI TRANSFRONTALIERI

Attuazione della legge di Stabilità 2013 sulla assistenza sanitaria dei transfrontalieri (DPR)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro della salute Beatrice Lorenzin, ha approvato un regolamento, da adottarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, al fine di delineare le competenze tra Stato e Regioni, in particolare, per quanto riguarda la regolamentazione finanziaria dei flussi debitori e creditori generati dalla mobilità sanitaria internazionale. L’intervento regolamentare si rende necessario tenuto conto che l’assistenza sanitaria da e per l’estero genera partite debitorie e creditorie che vengono, da un lato, trattate e regolate tra gli Stati coinvolti in base alle disposizioni comunitarie ed internazionali, dall’altro, implica una necessaria collaborazione amministrativo-contabile tra il Ministero della salute, le Regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Tale collaborazione si concretizza in procedure amministrative, nell’ambito delle quali i predetti enti territoriali si occupano, per mezzo delle ASL, della materiale erogazione delle prestazioni assistenziali agli assistiti di altro Stato e della conseguente fatturazione che comunicano al Ministero della salute. Quest’ultimo provvede ad esigere il pagamento dei crediti dovuti ed, inoltre, provvede al rimborso dei debiti maturati nei confronti degli Stati esteri, mediante risorse stanziate su uno specifico capitolo di spesa del proprio bilancio.

Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 123

14 Luglio 2016

20 Luglio 2016
ANCOT ANCORA PRESENTE AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO (2 FASE) – Napoli 7-9 aprile 2016

ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO
ITALIA PAESE PER VIAGGIATORI
ORGANIZZATI DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO

RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE

Napoli 7-9 APRILE 2016
Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

ANCOT ANCORA PRESENTE AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO (2 FASE).
Chianciano Terme, 18 aprile 2016 – I lavori si sono svolti dal 7 al 9 aprile a Pietrarsa, presso il Museo Nazionale ferroviario delle FF.SS, dove ANCOT, per la seconda volta, ha avuto l’opportunità di dare voce non solo ai Comuni Termali ma anche di rafforzare e sottolineare l’importanza del turismo termale per questo Paese, in un momento essenziale del processo di creazione dell’annunciato PIANO STRATEGICO DEL TURISMO. I principali attori del turismo: associazioni di settore, istituzioni, università, enti locali, albergatori, nonché i direttori dei principali musei statali e l’Enit, hanno avuto l’occasione di discutere congiuntamente su struttura, dinamiche, relazioni e tendenze evolutive della filiera turistica nel nostro Paese. Tutti gli operatori del turismo con passione, entusiasmo e grande spirito partecipativo hanno così contribuito a definire le scelte strategiche che miglioreranno nel futuro la competitività turistica del nostro Paese. I lavori, introdotti dal Ministro Dario Franceschini, si sono aperti giovedì 7 aprile con ventotto tavoli tecnici di discussione e con circa 400 partecipanti che, nel corso delle tre giornate, hanno potuto liberamente
esprimere la propria posizione su queste cinque diverse tematiche:
1 Turismo, una priorità nazionale;
2 – Italia, brand globale;
3 – Accrescere il valore;
4 – Liberare l’energia,
5 – Restare connessi.
Obiettivo, puntualmente registrato da competenti “agevolatori” in ogni tavolo, è stato quello di contribuire a individuare i temi principali, i contenuti del Piano e le linee di indirizzo per la promozione di un turismo che sappia affrontare le sfide del mercato globale e digitale, ma sempre nel rispetto della conservazione e della valorizzazione delle risorse culturali e paesaggistiche.
Il Presidente del Consiglio Renzi, insieme al Ministro Franceschini ha chiuso la seconda tornata degli STATI GENERALI DEL TURISMO.

Queste giornate rappresentano il proseguo della collaborazione istaurata tra ANCOT ed il MIBACT in tema di turismo termale, precedute nel marzo scorso dall’incontro tra il Presidente di ANCOT Luca Claudio con il neo Direttore del Turismo Francesco Palombo. È già stato chiesto anche un incontro con i nuovi vertici di ENIT
Il Presidente Luca Claudio esprime soddisfazione per il fatto che la presenza di ANCOT ai tavoli istituzionali si è rafforzata, tanto più che in questi stessi giorni ANCOT ha presenziato anche al primo tavolo tecnico del Ministero della Salute in materia di termalismo, i cui esiti verranno comunicati a breve.

In allegato il documento Orientamenti per il Piano Strategico del Turismo

Files allegati:
1460024417351_Orientamenti_PST_Piano_Strategico_del_Turismo.pdfOrientamenti_PST_Piano_Strategico_del_Turismo.pdf

18 Aprile 2016
SETTIMANA DELLE TERME DI SICILIA – 21-28 NOVEMBRE 2015 CON IL SOSTEGNO DI ANCOT

Le città termali della Sicilia, quali Acireale, Alì Terme, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Geraci Siculo, Lipari, Montevago, Sclafani Bagni, Sciacca, Terme Vigliatore e Termini Imerese, hanno sottoscritto a giugno scorso un protocollo d’intesa per la costituzione di una “Rete delle Città Termali in Sicilia”. Le città termali della Sicilia, quali Acireale, Alì Terme, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Geraci Siculo, Lipari, Montevago, Sclafani Bagni, Sciacca, Terme Vigliatore e Termini Imerese, hanno sottoscritto a giugno scorso un protocollo d’intesa per la costituzione di una “Rete delle Città Termali in Sicilia”. La Settimana delle Terme di Sicilia dal 21 al 28 novembre 2015 è un progetto di promozione del sistema termale siciliano, svolto in collaborazione con la regione Sicilia, le Terme, i comuni, il Mibact, l’ANCOT e Federterme. Tra le attività previste dal progetto, animazione territoriale nei Comuni Termali ed un Convegno sul Turismo Termale e Termalismo. La “Settimana delle Terme di Sicilia” – spiega Calogero Impastato, Sindaco del Comune di Montevago, nonché Coordinatore regionale del Comitato dei Sindaci della “Rete delle Città Termali in Sicilia” – è molto di più: è l’avvio ufficiale di una comunicazione – promozione integrata tra gli attori di riferimento per superare ogni competizione per il bene comune dello sviluppo del settore termale. Come “Rete delle Città Termali” siamo impegnati sul rilancio delle terme e della loro immagine proponendo un’offerta integrata dei centri termali. Sempre più si rende necessario fare conoscere le opportunità offerte dalle acque termali al grande pubblico: dagli utenti curisti, ai turisti, ai medici e ad altri soggetti che compongono il sistema sanitario italiano”. In allegato il programma

Files allegati:
Settimana delle Terme in Sicilia2015.pdf

20 Novembre 2015
RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE

ANCOT AGLI STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE
ORGANIZZATI DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI E DEL TURISMO

RAFFORZATA LA COLLABORAZIONE CON IL MIBACT IN TEMA DI TURISMO TERMALE

Napoli 1-3 ottobre 2015
Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Si sono tenuti a Napoli al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa gli STATI GENERALI DEL TURISMO SOSTENIBILE dal 1 al 3 ottobre scorso, organizzati dal MiBACT alla presenza del Ministro Franceschini.
Il meeting ha raccolto nelle tre giornate 225 partecipanti, provenienti dalle diverse realtà associative del settore, distribuiti in 15 tavoli di lavoro, hanno discusso i sei temi proposti da sette esperti:
1. I beni culturali come fattore dello sviluppo sostenibile del turismo;
2. Sostenibilità delle destinazioni;
3. New Travel Economy – Come cambia la proposta;
4. Promozione e Territorio;
5. Mobilità e intermodalità;
6. Smart Innovation, le nuove professioni.
Tutti i partecipanti ai tavoli hanno dunque discusso e proposto soluzioni su ogni tema presentato. Non vi sono stati, quindi, specifici tavoli dedicati ad un singolo tema, ma tutti i temi sono stati analizzati e risolti da tutti.
Nella sessione plenaria finale di sabato 3 ottobre sono stati presentati sei rapporti finali, frutto del lavoro dei tavoli e che saranno la base della Carta di Pietrarsa sul Turismo Sostenibile (entro il prossimo dicembre), un documento che farà parte del più vasto aggiornamento del Piano Strategico Nazionale del Turismo. L’appuntamento è per i prossimi 7, 8 e 9 aprile 2016 sempre a Pietrarsa dove questi temi verranno discussi anche con il mondo della cultura.
All’evento ha partecipato il Presidente ANCOT Luca Claudio anche come sindaco della Città di Abano Terme. Quindi sia ANCOT che il Comune di Abano Terme saranno presenti, per la prima volta, agli Stati Generali del Turismo, prima importante occasione per ANCOT di essere presente ai tavoli istituzionali.
Da queste giornate è emerso un dato importante: una rafforzata collaborazione tra ANCOT ed il MIBACT in materia di turismo termale, tema ampiamente presentato e discusso all’interno dei Tavoli, indiscutibile esempio di turismo sostenibile (v.di progetto Giornata Nazionale delle Terme d’Italia).
Infatti, il Presidente di ANCOT nell’incontro avuto il Ministro Franceschini a Pietrarsa ha ribadito, come già fatto in molte altre occasioni, l’importanza del Turismo all’interno del Ministero.
Lo stesso Ministro Franceschini a Pietrarsa ha comunicato di aver recentemente reinsediato il Comitato Permanente del Turismo.
A breve tra avverrà un incontro tra ANCOT ha detto il Presidente Luca CLAUDIO con il Ministro Franceschini e il nuovo Direttore Generale del Turismo in fase di nomina all’interno dello stesso MIBACT.

5 Novembre 2015
Indietro