News/eventi/bandi Archives - Pagina 5 di 5 - Comuni Termali Ancot

News/eventi/bandi

On. Cenni: “Terme: bene l’impegno del governo, ma la promozione da sola non basta”

La deputata, Susanna Cenni, commenta la risposta alla sua interrogazione per il rilancio del termalismo
“Sono soddisfatta solo in parte della risposta ricevuta oggi dalla sottosegretaria Simonetta Giordani, alla mia interrogazione sul rilancio del settore termale.

Monitoreremo con attenzione il lavoro del Governo affinché gli impegni presi siano rispettati, consapevoli che solo con misure di sostegno concrete e con un adeguamento complessivo delle norme potremo aiutare le tante piccole realtà e i grandi sistemi termali che rappresentano una preziosa risorsa per la salute e il benessere dei cittadini, prima ancora che per l’economia di molti territori”. Con queste parole Susanna Cenni, parlamentare senese del Pd, commenta la risposta alla sua interrogazione da parte del Governo oggi, mercoledì 18 settembre, nella X° commissione Attività Produttive.

“Mi ritengo solo parzialmente soddisfatta della risposta – continua Susanna Cenni – perché credo che al settore termale non siano sufficienti alcuni impegni sul Piano Promozionale, e abbia bisogno di misure ben più forti di quelle annunciate dal Governo. Accogliamo positivamente l’impegno per la promozione del settore all’estero e il lavoro per integrare gli sforzi del Ministero delle Attività produttive e di quello della Salute, ma credo che il comparto termale italiano, fatto sia da piccole realtà che da grandi città termali, oggi abbia bisogno di una risposta integrata e più determinata da parte del Governo.
Penso, solo per fare alcuni esempi, a misure di sostegno per gli investimenti e il rilancio delle strutture ricettive e alla rete commerciale; penso alle opportunità legate alla direttiva europea che apre alla libera fruizione transfrontaliera le cure termali. Queste sono alcune delle possibili sfere di intervento che oggi sarebbero necessarie, e su questo continueremo a sollecitare il lavoro del Governo”.

“La ricchezza termale del nostro Paese ha ancora potenzialità di crescita, ma dobbiamo crederci – conclude Cenni – e scommetterci guardando alla realtà che abbiamo. anche per questo continuerò, insieme ai colleghi parlamentari, il lavoro per aggiornare la legge 323 del 2000 sul riordino del settore termale ed adeguare le norme oggi vigore, augurandomi che, insieme al mondo delle imprese ed alle istituzioni impegnate da anni, si riesca a sollecitare una svolta complessiva ed integrata da parte del Governo”.

20 Settembre 2013
VERSO VENTURINA TERME

Nella seduta di giovedì scorso il Consiglio Comunale di Campiglia Marittima ha discusso sulla procedura per cambiare il nome di Venturina in Venturina Terme.
La proposta della Giunta era stata quella di promuovere un sondaggio d’opinione tra i cittadini raccogliendo firme a sostegno del cambiamento del nome. L’iniziativa avrebbe dovuto partire dai giorni del referendum sul comune unico Campiglia Suvereto per facilitare la partecipazione dei cittadini, per poi proseguire nelle sedi comuni di Campiglia. “Anche se l’atto relativo al cambio del nome è di esclusiva competenza del consiglio comunale – commenta il sindaco Soffritti – l’importanza del tema rende opportuno il coinvolgimento dei cittadini. In molti comuni sono stati fatti anche su questo argomento dei referendum, salvo poi incorrere nella condanna della corte dei conti perché la norma non prevede l’utilizzo di questo strumento per il tema specifico. Volendo ev itare di trovarci in tale situazione, ma ritenendo giusta la partecipazione abbiamo pensato ad una modalità che potesse raccogliere il sostegno dei cittadini alla scelta del consiglio comunale”. I gruppi però non hanno trovato un accordo unitario sull’argomento. Il capogruppo di maggioranza Matteo Brogioni ha pertanto raccolto la proposta del sindaco di costituire un comitato a sostegno del cambio del nome e il gruppo di maggioranza procederà quindi con l’iniziativa di una petizione che sarà consegnata alla giunta e al sindaco affinché propongano al consiglio di adottare la denominazione di Venturina Terme.

19 Settembre 2013
ABANO E MONTEGROTTO TERME – Notte rosa delle Terme 7 settembre 2013

Dal 5 all’8 Settembre 2013 Abano e Montegrotto Terme ; si vestono di rosa per un’intero week end dedicato alla donna.
La Notte Rosa delle Terme torna anche quest’anno per la sua terza edizione ad animare il bacino termale più grande d’Europa: una grande festa che coinvolge alberghi, negozi e pubblici esercizi di Abano e Montegrotto Terme, mediante un omaggio alla donna declinato in mille modi: musica, danza, enogastronomia, addobbi, fuochi d’artificio…tutto naturalmente in rosa. Una notte con eventi gratuiti ad ingresso libero su tutto il territorio di Abano e Montegrotto Terme, un’occasione unica per vivere assieme la notte più “rosa” e lunga delle Terme. Il culmine dell’evento sarà Sabato 7 Settembre 2013: un’intera nottata ricca di intrattenimenti ad Abano e Montegrotto Terme, che coinvolgeranno il pubblico di grandi e bambini fino alle prime ore del mattino. Le attività si svilupperanno nelle piazze, strade e luoghi pubblici delle Terme Euganee, che saranno animate a partire dalle ore 16 del pomeriggio fino al mattino successivo.
L’evento “Notte Rosa Delle Terme 2013 – Terza Edizione” è il risultato di una sigergia tra amministrazioni locali, attività economiche e associazioni del territorio. L’unico comune scopo è quello di realizzare un evento di notevoli proporzioni per valorizzare e promuovere l’attivita turistico-economica del territorio stesso.

Files allegati:
LocLaNotteRosa2013.pdf

29 Agosto 2013
ANCOT partecipa al bando europeo STAR: cultura, terme e benessere, trekking, gastronomia

ANCOT ha partecipato, nelle vesti di partner associato, al bando turistico 70/G/ENT/CIP/13/B/N03S04 “Sostegno e promozione alla creazione di prodotti turistici tematici transnazionali” – STAR.
La valutazione della Commissione Europea, DG Turismo e Impresa, è prevista per la fine dell’anno Il progetto si focalizza sulla creazione di prodotti turistici tematici integrati per lo sviluppo dei territori locali, unendo l’aspetto della cultura, delle terme e benessere, del trekking e della gastronomia.
I target di riferimento riguardano fasce ampie di turismo: dai senior ai portatori di handicap; dai giovani/studenti agli appassionati ai visitatori.
Previste 6 azioni specifiche:
1. creazione di pacchetti turistici tematici in 5 Paesi, con riferimento a Terme e benessere, vie di pellegrinaggio;
2. partecipazione a fiere turistiche e termali. Previsto inoltre un workshop all’interno di EXPO in collaborazione con Regione Lombardia; 3. creazione di 5 ateliers internazionali itineranti sul tema del turismo culturale declinato nelle sue declinazioni turistiche ed economiche;
4. misurazione della domanda ed analisi dell’impatto sui territori;
5. comunicazione, tradizionale e social media;
6. governance fra 3 itinerari culturali e territori coinvolti.
Sono stati presi come modelli tre itinerari culturali sui quali sia Commissione Europea, sia Parlamento Europeo, sia Consiglio d’Europa stanno investendo energie e risorse: le città europee storiche termali; il cammino di Santiago; la Via Francigena.
Partecipano al progetto:
Associazione Europea delle Vie Francigene, Associazione Europea città storiche termali,
Federazione Europea dei Cammini di Santiago,
5 città/agglomerazioni di comuni come Viterbo, Puy en Velay (Francia), Bursa (Turchia), Ourense (Spagna), Vitaguiar (Portogallo); la rete delel città termali del Massif Central in Francia.
Prevista anche la partecipazione del Ministero del Turismo, ENIT, importanti Tour Operator internazionali.
Le azioni svilupperebbero su 18 mesi a partire da aprile 2014; previsto un budget di 335.000, co-finanziato al 75% dalla CE.

Files allegati:
INTERVENTO CONVEGNO AQUALITY.pdf

4 Luglio 2013
Indietro