DIRETTIVO DI ANCOT ALLA UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA - Comuni Termali Ancot

DIRETTIVO DI ANCOT ALLA UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA

DIRETTIVO DI ANCOT ALLA UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA

UN ALTRO IMPORTANTE TRAGUARDO PER ANCOT. IL DIRETTIVO SI E’ TENUTO IERI presso l’Università LA SAPIENZA di Roma.

Si è tenuto ieri 17 settembre a Roma presso l’Aula delle Lauree della Facoltà di ECONOMIA della SAPIENZA il Direttivo di ANCOT grazie al cortese invito del prof. Attilio Celant, ex Preside della Facoltà di Economia, che ha rivolto l’invito al Presidente di ANCOT Luca CLAUDIO nella precedente sessione svoltasi presso la sede nazionale di Anci alla quale il Prof. Celant aveva portato il suo contributo.
Il saluto dell’attuale Preside di Facoltà prof. Giuseppe CICCARONE DEAN ha aperto la riunione portando il saluto ai presenti. Al tavolo dei relatori anche il Consigliere di Stato e VicePresidente di Italiadecide prof. Alessandro Palanza intervenuto anche a nome del Presidente di Italiadecide, ex Presidente della Camera Luciano VIOLANTE.
Presenti Sindaci e Assessori dei Comuni Italiani facenti parte del Direttivo ANCOT e precisamente dei Comuni di MONTEVAGO, ABANO TERME, MONTEGROTTO TERME, ALI’ TERME, BAGNO DI ROMAGNA, CHIANCIANO TERME, FIUGGI, MONTECATINI TERME. Assenti giustificati i Comuni di ACQUI TERME, SALSOMAGGIORE E STENICO.
La prima parte della riunione è stata un confronto sulla necessità di creare una sinergia tra rappresentanze specifiche e qualificate del territorio nazionale, Istituzioni, Associazioni e Imprese, per portare ai tavoli di Governo e Parlamento proposte concrete e progetti a firma unitaria per rilanciare il Turismo Nazionale e salvare tutto l’indotto che intorno al turismo gravita e che è senza dubbio una delle maggiori, se non la maggiore, risorsa nazionale per lo sviluppo economico del Paese. La volontà emersa è quella di coinvolgere in questo nuovo percorso voluto dal Presidente Luca CLAUDIO le maggiori rappresentanze sociali ed economiche della Nazione con la supervisione, la collaborazione e il coordinamento dell’Associazione Italiadecide. Pertanto i Comuni Italiani, ANCI, ANCOT, FEDERTERME, FEDERALBERGHI si troveranno insieme a creare e siglare un MANIFESTO DEL TURISMO dal quale ripartire, un MANIFESTO di indicazioni e punti precisi da seguire e possibili da realizzare. La detassazione delle Imprese e delle strutture alberghiere si può ottenere attuando come azioni concomitanti investimenti e progetti che possono produrre la ricchezza e le entrate che, purtroppo, lo Stato recupera esclusivamente con una forte imposizione fiscale e stabilendo tagli alla spesa pubblica con il risultato di far morire il tessuto sociale economico nazionale ad ogni livello.
Questo sarà il lavoro dei prossimi mesi che ANCOT coordinerà a livello nazionale. Continuare a sentire ed incontrare i Presidenti delle Categorie Economiche Nazionali ma anche i Ministri e i loro Consiglieri Economici per creare un vero e proprio gruppo di lavoro, giungere alla stesura di proposte FATTIVE fortemente condivise dai massimi esponenti delle realtà nazionali nella convinzione che modi alternativi per aiutare il turismo senza uccidere le Imprese e i Comuni con una tassazione selvaggia e mastodontica ci SONO!

Condivisione di tutti sulla necessità di modificare l’articolo V° della Costituzione chiedendo che possa essere nuovamente costituito il MINISTERO AL TURISMO affinchè possano essere attuate tutte le misure possibili per ricordare a tutti che l’Italia è uno dei Paesi più belli al mondo e che in Italia c’è il 70% delle opere d’arte presenti nel mondo e che in Italia esiste il Turismo Termale che non è de localizzabile, è qui, è nostro e può dare molto di più a questa Nazione se salvato dalle ceneri sotto alle quali è stato per molti anni dimenticato.
“Ho chiesto ai Comuni del Direttivo di lavorare sulle criticità dei propri territori SENZA piangersi addosso, ha detto il Presidente di ANCOT Luca Claudio, di preparare e formulare ogni possibile ipotesi di strategia di sviluppo turistico, dal marketing territoriale a progetti per poter chiedere una minore imposizione fiscale, di costruire proposte. Ho presentato al Direttivo una nuova importante opportunità per la promozione del Turismo nazionale, QUELLA DI APRIRE LE PORTE ALLA Cina e di conquistare il mercato cinese valorizzando la grande risorsa termale italiana, 154 Comuni Termali sparsi in ogni Regione, da nord a sud. La clientela cinese ama il benessere, la cura del proprio stato fisico e mentale e le Terme traducono perfettamente ciò che la clientela cinese sta dimostrando di cercare e di volere. La Cina non conosce la piccola specificità turistica come può essere Roma, Venezia o Milano. La Cina conosce l’ITALIA, il suo sistema termale, la sua fama nel mondo per l’accoglienza e l’ospitalità. E’ un mercato che può dare ossigeno al turismo e all’economia italiana da subito. Ma dobbiamo aprire i confini mentali del nostro modo di amministrare e anche di fare impresa e iniziare nuove sfide con coraggio, entusiasmo, positività.
Infine un ringraziamento davvero sentito al nuovo Preside della Facoltà di Economia Prof. Ciccarone e all’ex Preside Prof. Attilio CELANT che personalmente ha aperto le porte dell’Università della capitale ad ANCOT ogni qualvolta vi sia la necessità di tenere non solo i Direttivi, ma anche Conferenze, Convegni, meeting.

Files allegati:
Direttivo ANCOT a La Sapienza Roma.pdf

18 Settembre 2014
Commenti

Comments are closed here.

Indietro